Packaging alimentari di Halloween: le idee per il 2018

Packaging alimentari di Halloween

Packaging alimentari di Halloween COPERTINA

Nel settore food, una delle opportunità di vendita da tenere d’occhio è quella delle ricorrenze stagionali. Mancano ormai pochi giorni alla notte della vigilia di Ognissanti, e quindi alla ormai comune e festeggiata anche in Italia “notte di Halloween” e nei supermercati già da qualche tempo è facile trovare i corner dedicati alla festa e dei packaging alimentari di Halloween.

La festa è caratterizzata da una forte simbologia macabra legata alla morte, all’occulto e ai mostri, primo tra tutti Jack-O’-Lantern la spaventosa zucca ghignante illuminata da una candela al suo interno. Durante la festa, i bambini, truccati dai mostri dei più famosi romanzi horror gotici (come Dracula e i vampiri, Frankenstein e poi streghe e fantasmi), e dei classici film dell’orrore (come Frankenstein, La mummia, Dracula, i Lupi Mannari) che girano di casa in casa recitando la formula del trick-or-treat (dolcetto o scherzetto).

Ovviamente in termini di commercio, la ricorrenza è un ottimo spunto per pensare a prodotti dedicati o per pensare ad edizioni limitate disegnate ad ok per la festa.

Packaging alimentari di Halloween

Il Packaging di Halloween da Burger King creato dall’illustratore Geoffrey Appleton per Turner Duckworth: London & San Francisco.

I SIMBOLI DEI PACKAGING ALIMENTARI DI HALLOWEEN

L’iconografia di Halloween è piuttosto famosa anche da noi in Italia grazie al cinema hollywoodiano: ciò che per primo salta all’occhio in una confezione dedicata ad Halloween sono le dominanti cromatiche: color arancione zucca, il verde slime o verde pelle-di-zombie, il rosso sangue, il viola della magia delle streghe sui quali agiscono il nero dei pipistrelli, il bianco dei lenzuoli dei fantasmi, il grigio delle ragnatele e dei mattoni delle cripte, il rosa dei cervelli mangiati dagli zombies. Tutto ciò che di macabro e di orrorifico si possa immaginare stimola il target dei più piccoli, ma anche di adolescenti e di alcuni adulti: Halloween è una festa che copre tutte le età, anche se, a seconda del caso, il tema può essere trattato in modo più o meno elegante e dirompente; ogni scelta risulterà accattivante per il suo specifico target. Occhi che galleggiano in liquidi gelatinosi, scheletri, spettri, scorpioni, ragni e insetti brulicanti, filtri magici, sangue, cimiteri con tombe e lapidi, gatti neri, ragnatele, bare e sepolcri, case infestate, scheletri, pipisterlli, mostruosi alberi contorti, calderoni fumanti e streghe sulle scope, affilati canini di vampiri, zombies, licantropi, zucche, ma sempre posti in modo giocoso, ironico, scherzoso e simpatico: Halloween è una festa che serve per esorcizzare la morte ed il buio dell’inverno attraverso degli spauracchi, non per spaventarci realmente e neppure deve ostentare violenza per un piacere macabro. Sui packaging alimentari di Halloween i mostri quindi diventano comici, gli scherzi sono ovunque, le ragnatele sono commestibili, nel packaging dalla forma di sacca per trasfusioni il sangue non è che sciroppo zuccherato alla ciliegia.

Packaging alimentari di Halloween

Confezione multipack per cioccolato a tema Halloween di Godiva. Godiva.com

Packaging alimentari di Halloween

Packaging per gift al cioccolato di Hotel Chocolat, create da Design Studio, London, UK

Packaging alimentari di Halloween

Lattine di aranciata Fanta Halloween di The Coca-Cola Company create da Noma Bar.

Packaging alimentari di Halloween

Cadbury Halloween Cakes creato dall’agenzia Robot Food Leeds, UK

Packaging alimentari di Halloween

Packaging per Multipack di Lay’s a tema Halloween creato da Digital Creative Packaging, Stockport, UK

Packaging alimentari di Halloween

Confezione di praline Lindor Lindt a tema Halloween

 

Packaging alimentari di Halloween

Etichetta della versione Halloween “The Hanging Judge Pumpkin Porter” della birra Ipso Facto di Good Beer Co. realizzato da Traction, Lansing, MI, U.S.A.

CURIOSITÀ SU JACK O’ LANTERN, LA ZUCCA DI HALLOWEEN

Il simbolo della zucca è verosimilmente derivato dalla leggenda di Jack O’ Lantern, un uomo che, dopo una disputa con il diavolo, non potendo entrare né in Paradiso e né all’Inferno e né in Purgatorio, fu condannato ad aggirarsi per il mondo delle tenebre con solamente una lanterna fatta con una zucca scavata (che viene chiamata appunto Jack-O’-Lantern, da cui deriva il nome della festa di Halloween, dall’inglese arcaico All Hallows’ Eve, ovvero dall’atto di scavare “hollowing”) all’interno della quale brucia una scintilla infernale lanciatagli dal diavolo quando lo scacciò dall’Inferno e che serve a rischiarare la strada lungo i sentieri del limbo dei fantasmi e delle anime perse.

Packaging alimentari di Halloween

Confezione di Halloween per lo sciroppo di melassa Lyle’s Black Treacle di Tate & Lyle creato dall’agenzia Design Bridge, Wellingborough, UK